Competiamo con le competenze

#realizzazione #carriera #job #lavoro #crescita #formazione #competenze

Competiamo con le competenze

Fai crescere le tue competenze per renderle risorse inesauribili.

Il contesto oggi richiede sempre maggiori conoscenze tecnologiche, capacità di imparare e utilizzare linguaggi nuovi, apertura alle novità e flessibilità mentale. Quali sono gli strumenti che le aziende e le persone hanno a disposizione per fronteggiare questa sfida? Formazione continua, coaching e mentoring danno delle possibilità e delle risposte diverse in relazione al fabbisogno specifico.

La formazione, in particolare, è fondamentale per rispondere alle richieste che gli scenari professionali ci pongono. È un investimento che può non fornire nell’immediato un riscontro concreto e se non è personalizzata può rischiare di essere dispersiva, ma non può mancare nella pianificazione delle attività annuali per raggiungere gli obiettivi professionali.

In questo post voglio darti alcuni spunti per garantirti di cogliere tutte le opportunità che la formazione può offrire.

Cosa fare se lavori in azienda:

  • se l’azienda pianifica annualmente la formazione, sei fortunata e dunque non devi sprecare quest’opportunità;
  • accetta con entusiasmo la formazione che ti viene offerta. So che talvolta si è sotto stress e in difficoltà con le scadenze, ma accogli la formazione come un’opportunità per staccarti dal quotidiano e guardare le cose da una certa distanza;
  • se non comprendi il motivo di alcune scelte formative, chiedi e informati sulle ragioni che hanno portato alla decisione. Dietro a un corso c’è un bisogno, potrebbe essere che tu e il tuo capo non siete allineati sulle necessità. Potrebbe essere che il tuo capo abbia una visione a lungo raggio oppure troppo corta;
  • desideri approfondire alcuni temi, ritieni che per essere maggiormente efficace ed efficiente dovresti acquisire nuove competenze? Scegli un percorso di crescita, di sviluppo, un corso formativo e presentalo al capo mostrando i vantaggi concreti per l’azienda. Chiedere è una parola d’ordine e se non ti ricordi come fare per chiedere efficacemente rileggi questo post.
  • se lavori in un’azienda e il piano della formazione è ripetitivo e ridotto ai minimi termini, puoi comunque presentare un percorso/corso/convegno al quale vorresti partecipare. La parola d’ordine qui è proattività. Cerca, presenta e suggerisci attività o corsi che ritieni importanti.

Cosa fare se sei un imprenditrice, imprenditore, libero professionista o freelance?

Tu sei il responsabile Numero Uno della tua crescita e di quella delle tue risorse. Il mercato è sempre più aggressivo e competitivo e la differenza la fa ancora l’eccellenza, la professionalità e la competenza delle persone. La formazione migliora e mantiene costante il livello di motivazione del personale e il tuo, perché offre nuove sfide.

Non dimenticare che, quando le persone non si sentono coinvolte in attività sfidanti, possono rispondere con la noia o l’apatia abbassando il livello delle prestazioni e impattando anche sul risultato aziendale.

Crea un piano di formazione e sviluppo annuale nel quale ci sia almeno un’opportunità di acquisire nuove competenze sulla base dei tuoi obiettivi annuali, affinché l’investimento fatto sia un ritorno in termini di produttività.

Essere attore principale è una condizione di base per garantire la crescita delle competenze e migliorare la performance. Non fossilizzarti solo sulla formazione ma guardati intorno cogliendo ogni possibilità di confronto, analisi, valutazione e crescita.

Ecco alcune idee su come puoi cogliere stimoli diversi e trasformarli in occasione di formazione e crescita:

  1. Scegli una rivista tematica e specialistica del tuo settore;
  2. Leggi due manuali in un anno su temi diversi dalla tua professionalità ma che ritieni possano essere interessanti;
  3. Scrivi un articolo ogni due mesi su un argomento che non conosci. Scrivere richiede conoscenza dell’argomento e in questo modo sarai costretto a raccogliere informazioni;
  4. Scegli uno sport che non conosci, informati sulle sue regole e osserva chi lo pratica e se riesci fatti spiegare cosa insegna quello sport. Riflettici: puoi utilizzare quest’insegnamento nel tuo lavoro?
  5. Guarda un film che si discosti dai tuoi interessi. Spesso troviamo cose interessanti nei film, soprattutto spunti relativi alle competenze sociali. Ci rivediamo negli attori e ci guardiamo da fuori. Non dimenticare che le abilità sociali sono importantissimi oggi, anzi direi che possiamo parlarne in un prossimo post;
  6. Scegli un personaggio, scrittore, leader, sportivo e chiedigli quali sono le 3 competenze che un professionista come te dovrebbe avere? Ti ci ritrovi?
  7. Vai a un convegno o a un evento nel quale il confronto con altre persone può essere un momento importante di crescita.

In sostanza voglio sottolineare l’importanza di trovare e cogliere occasioni per ampliare il tuo orizzonte, per crescere nelle competenze e nelle abilità.

Non serve solo un corso frontale in aula per migliorare le proprie competenze, è necessario aprirsi verso l’esterno e verso ciò che non conosciamo.

Raccontaci la tua esperienza.

Stefania

Scritto da Stefania

Stefania

Mi chiamo Stefania Martone e sono un Coach.
L’incontro, l’ascolto, l’apprendimento, la fiducia e l’accoglienza sono gli strumenti con il quali svolgo ogni giorno la mia professione.

Tag:, , , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 shares